Consigli e reclami

reclami-romolo-hospital-01.jpg

Informazione del paziente e consenso informato

Considerato il valore del momento comunicativo-informativo dell’incontro clinico, la Romolo Hospital ha dato fondamentale importanza alla corretta informazione dei pazienti sugli atti sanitari da parte dei propri medici ed alla relativa acquisizione del consenso, adottando un modello informativo improntato all’interazione medico-paziente con l’obiettivo primario di trasferire al paziente stesso tutte le informazioni sulla malattia, sui mezzi diagnostici e terapeutici che la scienza mette a disposizione per combatterla, sui rischi a breve e lungo termine connessi all’esecuzione dei trattamenti, sulle probabilità di un loro esito positivo.

Il processo informativo è pertanto modulato sulla richiesta di sapere del paziente, con tempi e luoghi adeguati, modalità di linguaggio appropriato, gradualità delle notizie, tenendo anche conto delle persone che il paziente stesso intende rendere partecipi.

L’obiettivo è dunque quello di creare con il paziente le condizioni per una sua decisione condivisa e una sua partecipazione consapevole agli atti sanitari che vengono compiuti.

In tale ottica, il consenso informato del paziente alla prestazione sanitaria proposta si pone come atto conclusivo di un processo articolato di comunicazione che vede nell’informazione che lo precede e di cui fa parte integrante il suo momento più qualificante.

 

Ascolto degli utenti e reclami

La Romolo Hospital ha adottato un sistema di ascolto degli utenti attraverso una permanente azione di rilevazione del grado di soddisfazione e di valutazione della qualità della propria offerta sanitaria.

In particolare, risulta operativo nell’area accettazione della Casa di Cura un corner dedicato alla raccolta di questionari di soddisfazione consegnati agli utenti da un operatore che ne illustra i contenuti e che fornisce informazioni relative alle modalità di compilazione e di consegna.

Tale procedura garantisce la facoltà di anonimato del compilatore e favorisce una immediata e permanente attività di rilevazione, grazie ad una continua analisi delle evidenze e/o osservazioni in essi contenute.

Il questionario rileva inoltre il gradimento degli utenti in relazione al personale, a vario titolo coinvolto, e il giudizio complessivo sull’assistenza ricevuta, sull’organizzazione del reparto, la riservatezza e grado di fidelizzazione maturato.

La Casa di Cura garantisce altresì la tutela nei confronti dell'utente attraverso la possibilità per quest'ultimo di sporgere reclamo a seguito di disservizio, atto o comportamento che abbia negato o limitato la fruibilità della prestazione.

I reclami possono essere presentati dall’interessato o dai suoi parenti e/o affini all'Ufficio Relazioni col Pubblico, utilizzando l’apposito modulo adottato in azienda.

La tutela è prevista per qualsiasi disservizio, inteso come mancanza di efficacia-efficienza, che abbia limitato o negato, al reclamante, la fruibilità della prestazione o per qualsiasi violazione di leggi o regolamenti che disciplinano la fruizione dei servizi sanitari e in particolare della carta dei servizi.